fbpx

Come avere un juke-box in un angolo della testa.

Tempo di lettura: 2 min.

Hee-haw! Arriva una diligenza di bei dischi dal sapore Country&Western, come ci piace qui a One Two Three Four e questa settimana abbiamo voluto strafare: sembrava di essere a bordo di un vecchio pick-up.

Alabama, Bob Luman, Buck Owens tra i vari dischi di stasera, arrivati direttamente dai juke-box dei migliori locali degli USA.

Siamo nel regno della pedal-steel, dei fiddle e del finger-picking, per gli amanti di queste sonorità abbiamo qui un po’ di roba carina da ascoltare preferibilmente al volante.

Ecco il podcast di questa settimana, tutto da scoprire.

Click here to play podacst

Dopo le solite rubriche con le curiosità della settimana, arriva anche il momento del blues: Otis Rush, Eddie Hope e Sonny Terry, tre bombe incise rispettivamente nel 1958, ’56 e ’53.
Roba che non si sente tutti i giorni!

The Book of Love: il nostro Houserockin’ di quartiere sfodera altre chicche introvabili, sfruttando la temporanea “opportunità” di utilizzare YouTube, siccome – come tutti – siamo ancora costretti a casa per i motivi che tutti conosciamo.

Personaggi come Frank Motley, Lord Lebby (ve ne dico una per tutte: Be-Baba-Leba di Thurston Harris).

Gruppi vocali come The Fresandos, The Halos, The Tokens, The Moonglows, anche femminili come The De Vaurs e The Chantels, e tante altre chicche.

Anche questa settimana vi regaliamo la playlist completa della rubrica: raccomandata per i cultori del rockabilly sound e dei gruppi vocali degli anni 50 e 60 del secolo scorso.

Torna la direttina su Facebook, venti minuti di video-chat trasmessa sul social network più amato e odiato degli ultimi tempi. Ma per ascoltare il momento Back-seat Memories dovrete necessariamente ascoltare fino alla prima ora di trasmissione.

L’ultima mezz’ora è sempre dedicata alle sorprese e anche stasera… ad esempio, saltiamo al 1980 con un Edoardo Bennato da cantare a squarciagola, e ancora avanti con i Detroit Cobras, Alanis Morrissette e la voce intramontabile di George Micheal con un classico degli Wham! dedicato a tutti noi che vorremmo essere altrove ed invece possiamo – al massimo – uscire ad abbronzarci sul balcone di casa.

Appuntamento alla prossima settimana Signore e Signori.

Hee-Haw!

Raffaello Allemanini