fbpx

Abbiamo rispettato le distanze. Eppure…

Tempo di lettura: 2 min.

Nonostante le difficoltà siamo riusciti a rispettare il nostro impegno con il pubblico di Radio Banda Larga, andando in onda come ogni settimana e trasmettendo buona musica per cercare di distrarvi un po’, in queste giornate di “dimora forzata” e di grandi sacrifici da parte di tutti.

Una serata a base di rock and roll tutto da ballare. Il ritmo si diffonde nelle case come un gradevole profumo. Il caldo fruscio dei dischi accompagna le orecchie in un’epoca passata. Lasciatevi trasportare.

Click here to play the podcast

Come promesso nella seguitissima Instagram story della scorsa settimana, dopo le consuete rubriche di One Two Three Four abbiamo dedicato alle richieste un’intera ora di trasmissione – a dir la verità anche un po’ di più! – e ci siamo stupiti di quante gustose e varie siano state le vostre scelte.

Dalle 22 in poi abbiamo snocciolato una per una le canzoni promesse, con relative dediche… ma non fateci l’abitudine! 😉

Per concludere degnamente la serata non poteva mancare una bella serie di perle di Rhythm&Blues, Rockabilly e Doo Wop, che una dopo l’altra ci portano direttamente al gran finale con il grande Johnny Burnette.

Ti invito a condividere questo articolo con i vostri amici – se vi è piaciuto – e di ascoltare la nostra trasmissione e seguirci sui vari social media. Grazie!!

Un abbraccio virtuale, alla prossima.

Raffaello Allemanini


N.B.: L’Associazione Radio Banda Larga chiede, ai conduttori dei programmi presenti nel normale palinsesto, di continuare le trasmissioni in modo da non interrompere il normale servizio.
Sono a disposizione le infrastrutture e la regìa dell’Imbarchino (chiuso al pubblico), sede abituale delle trasmissioni in diretta.

Essendo due conduttori, in via del tutto eccezionale, abbiamo la deroga per trasmettere da una sede diversa dove ci sia spazio a sufficienza per poter collaborare nel rispetto delle norme speciali in vigore in questi giorni.

Raffaello Allemanini

Comunicare. La cosa che ha sempre amato di più nelle molteplici forme, in particolare musica e arti visive. In giovane età non sta nella pelle per imparare a suonare la batteria, mentre segue un percorso formativo da grafico pubblicitario che lo porta, da grande, a lavorare nel settore per tanti anni. Ad un tratto, la musica diventa l’occupazione principale e da allora non smette più di studiare. Musica, vintage, radio, tecnologia, comunicazione, racconti, pubblicità, classifiche, etichette, design, grafica. Dalla passione per tutto questo e da una “visione” nata in un’altra vita, parte l'esperienza in radio che, con l’arrivo di Chris e Vanina, si evolve poi in questa specie di "fanzine" che è diventato One Two Three Four. Una piccola casa fatta con tanta passione per la musica e le cose di una volta.